CONSOLATO IRAQ

Via della Camilluccia, 355 – 00135  ROMA

VISTO PER AFFARI

– Lettera di invito da parte di un Ente Statale Iracheno

– Passaporto valido 6 mesi con 2 pagine libere

– fotocopia del passaporto

– 1 modulo compilato

– 2 foto
– Diritto consolare: € 40,00
– Diritto consolare: € 100,00 (multiplo)
Tempo di rilascio: a discrezione circa 15/20 giorni da quando arriva l’autorizzazione

VISTO PER TURISMO

– Conferma alberghiera proveniente dall’Iraq

– Passaporto in originale valido 6 mesi con 2 pagine libere

– fotocopia del passaporto

– 1 modulo compilato

– 2 foto
– Diritto consolare: € 40,00
– Diritto consolare: € 100,00 (multiplo)
Tempo di rilascio: a discrezione circa 15/20 giorni da quando arriva l’autorizzazione

LEGALIZZAZIONE DOCUMENTI

I documenti commerciali devono essere legalizzati anticipatamente dalla Camera di Commercio
territorialmente competente con il timbro ex- UPICA, i documenti rilasciati dal tribunale devono
essere legalizzati dalla Procura e tutti gli altri documenti dalla Prefettura territorialmente
competente.

Inoltre sono da allegare (ma non verranno legalizzati):

– copia della carta d’identità del rappresentante legale della società esportatrice,
– copia di una visura camerale della società esportatrice.
– copia della fattura (per legalizzare solo il certificato d’origine)
– copie di tutti i documenti da legalizzare
– certificato di conformità rilasciato dalla Società tedesca (TUV) o dalla società francese (BUREAU
VERITAS).
Se il destinatario delle merci non è un Ente Ministeriale iracheno, si deve allegare una copia della
licenza di esportazione della Società in Iraq.

Diritti consolari: da euro 5,00 ad euro 160,00 dipende dalla tipologia del documento.

ALLEGARE LE FOTOCOPIE DI TUTTI I DOCUMENTI DA LEGALIZZARE.

Documenti non commerciali:

(Contratti, Certificati di analisi, Documenti Societari, Atti Notarili, Certificati Camera di Commercio, Visure Camerali, Contratti di Agenzia, Procure, ecc…)

Per la legalizzazione presso il consolato i documenti devono essere prima vidimati:

– dalla Prefettura di residenza oppure

– dalla Procura della Repubblica di residenza.

I prezzi non comprendono le competenze di agenzia e le spese di spedizione.